Ott 15, 2014 - Senza categoria, sport    No Comments

Nuovo corso di Pilates e Ginnastica dolce

 Presso Il Faro Karate Club di Leinì di via Volpiano 64 a Leinì

logo-pilates1

Nuovo corso di PILATES

lunedì dalle ore 16:10 alle 17:10 e mercoledì dalle 11:40 alle 12:40.

ginnastica dolce

Nuovo corso di GINNASTICA DOLCE

lunedì dalle ore 15:00 alle 16:00 e mercoledì dalle 10:30 alle 11:30

per informazioni contattare Simonetta

 cell: 347.76.22.647 – tel 011.99.74.001

(chiamare dalle ore 14:00 alle 15:30)

email:  simonfrino@gmail.com

I due corsi si possono combinare tra di loro

Gen 1, 2013 - sport    No Comments

IL DOJO

 

Chi ha potenziato lo spirito e la forza mentale allenandosi con un atteggiamento di irriducibile forza di volontà non incontrerà mai degli avversari troppo grandi per lui. Chi ha sopportato tanti anni di sofferenza fisica e mentale per imparare un pugno, o un calcio, dovrebbe essere capace di affrontare qualunque impresa, di qualsiasi difficoltà, e di portarla a compimento. Questa può dirsi una persona che ha imparato il karate.

da Karate-Do Nyumon di Gichin Funakoshi

Set 30, 2012 - Senza categoria    No Comments

I CORSI

corsi karate leini, kung fu leini, taichi chuan leini, yoga meditazione leini, arti marziali leini canavese              volantinojeetkunedo

Feb 28, 2010 - Senza categoria    No Comments

FOTOALBUM

Ott 1, 2008 - Senza categoria    No Comments

IL CORSO DI KARATE

A.S.D. IL FARO KARATE CLUB LEINI’
CORSO ADULTI           martedì e giovedì ore 20:30 – 22:00
   dai 13 anni in su
SHOTOKAN
JKA
GOJU-RYU DI
OKINAWA
TRADIZIONALE
 
INSEGNANTI   TECNICI   FEDERALI   FIJLKAM
SERGIO MAINA
Maestro Benemerito 6° Dan
Okinawa Goju-Ryu Karate-Do
Yoshinkan Aiki-do
Yoshin Ryu Ju-Jutsu
Okinawa Kobu-do
Shindomuso-Ryu Jo-Do
POMA MASSIMILIANO       CASSELLA BERNARDO
4° Dan                                                      4° Dan
 Info 
cell:   328.96.69.809 
tel:   011.99.88.199
email: ilfarokarateclub@libero.it
 
VIA VOLPIANO 64 – LEINI’
 
Ott 1, 2008 - Senza categoria    No Comments

LA “VIA” NELLE DISCIPLINE MARZIALI

SIGNIFICATO DEI TERMINI “DO” E “TAO”

Le arti marziali sono discipline ad alto contenuto morale e spirituale. Infatti la loro caratteristica non è strettamente legata alla sola pratica, ma alla filosofia ed al modo di vedere e vivere la vita. Attraverso la pratica diventa possibile modificare alcuni comportamenti: inibire quelli negativi esaltarne i positiivi. Le arti marziali divengono così la via o il modo per formare una personalità matura ed equilibrata. La pratica è ispirata e motivata dall’etica marziale, che regola la condotta del praticante, integrandolo nel mondo come individuo stabile e maturo. Per raggiungere l’equilibrio interiore è necessario esercitarsi praticamente, attraverso un metodo, un modo una via: questo è il concetto di “TAO” in cinese, o “DO” in giapponese. Tale metodo è per ognuno diverso, individuale se vogliamo. Al maestro il compito di far percepire ad ognuno la propria via. Il tutto deve avvenire senza prescindere dal concorso della coscienza, della mente, dell’interiorità e degli altri, perché le arti marziali sono discipline socializzanti. Ecco che ancora una volta, psiche e soma si mostrano binomio inscindibile necessario al completamento armonioso dell’individuo nel mondo, tra gli altri.

 

Ott 1, 2008 - Senza categoria    No Comments

LA SCUOLA

MUGHEN

Mu ghen significa letteralmente “senza limite”: dare inizio ad una ricerca infinita di miglioramento di sé attraverso la pratica delle arti marziali.

La ricerca della perfezione del gesto tecnico come mezzo di miglioramento dell’individuo è il nostro modo di concepire e praticare il KARATE – DO. Ogni arte persegue questo scopo: dal musicista, al pittore, allo scrittore, al falegname…ognuno ricerca la perfezione in quello che fa e la trasporta anche al di fuori del suo campo.Per arricchire la nostra ricerca abbiamo bisogno di un confronto costante con tutti coloro che condividano o meno queste idee. “Nessun uomo può sapere tutto. Certi uomini, i migliori, sanno qualcosa, ma sanno anche che c’è qualcosa che non sanno, e lo cercano. Poi vengono coloro che conoscono un punto di vista ma ne ammettono anche un altro quando qualcuno glielo esponga. Vengono poi coloro che non accettano questo secondo punto di vista, e a livello più basso, coloro che conoscono solo un lato della questione e soffrono quando qualcuno gliene espone un altro”.

Il nostro intento è di attirare l’attenzione di tutti coloro i quali non fermandosi sulla superficie di quello che fanno, cercano qualcosa di più e si fanno delle domande. “La domanda” è l’unico mezzo che abbiamo per puntare oltre; le risposte invece rappresentano il tratto di strada che ci siamo già lasciati alle spalle.

Ott 1, 2008 - Valori    2 Comments

PROVERBIO OKINAWENSE

UNA PAZIENZA ORDINARIA E’
ALLA PORTATA DI TUTTI.
LA VERA PAZIENZA E’
SOPPORTARE L’INSOPPORTABILE.